Roy Paci, Giovanna e tanti big per una grande festa sul mare

Palloncini,  bouganville e rose bianche,  installazioni luminose e una  passerella di  big  hanno reso ancora più suggestiva la spiaggia dove si è svolto il party per il matrimonio  di  Roy Paci e Giovanna Schittino, lo scorso  6 settembre, al Nautoscopio di Palermo.  Cantanti e musicisti non sono state le uniche stelle della serata, tantissimi erano anche grandi della gastronomia siciliana e italiana che hanno deliziato gli ospiti con i sapori e i profumi dell’Isola:  da Ciccio  Sultano a Tony Lo  Coco, da Pino Cuttaia al maestro pasticciere Giovanni  Cappello.  In un clima gioioso, ho partecipato anche io,  come fornitore tra i tanti  che hanno  accettato di far parte di una brigata, dove ognuno ha potuto esprimere parte di sè, donando  qualcosa agli sposi.  Sono davvero  felice che la pietanza preparata dallo chef Pietro D’Agostino, stella Michelin del ristorante la Capinera di Taormina sia stata servita sui patti realizzati a mano da me.  Lo chef  ha dedicato loro un un gamberone di Mazzara del Vallo in tempura di farina di fagioli e tapas croccante che ricorda i mitici “Red beans & ricely yours” del celebre trombettista jazz  Louis Armstrong.

Piatti da finger food, 200 esemplari, prodotti in materiale stonewale, grezzi, decorati al centro con smalti ceramici apiombici, destinati alta ristorazione per uso professionale la cui forma rievoca una foglia di calla, battezzati “foglia divina”. Un piatto tecnico progettato in base alla pietanza pensata dallo chef , ” uno dei casi in cui la forma si adatta al contenuto”.

Lascia una risposta